L’alimentazione: un aspetto da non trascurare anche se si ha poco tempo

I ritmi serrati dei giorni nostri ci impongono una vita frenetica. Tra gli impegni lavorativi, la casa e i figli, rimane poco tempo per prenderci cura di noi stessi.Non potendo, ahimè, allungare il tempo, per riuscire a fare tutto dobbiamo per forza sacrificare qualcosa e, spesso e volentieri, si decide purtroppo di trascurare l’alimentazione. Il pranzo è ormai diventato una semplice necessità: non si ha il tempo di preparare delle pietanze come si deve, si pranza in fretta e, dunque, spesso si consumano i cibi sbagliati.

Il consumo di cibi pronti

È vero, i cibi pronti offrono l’incredibile vantaggio di poter essere cotti in pochi istanti e, talvolta, anche il sapore non è male. Ecco dunque che siamo sempre più tentati di ricorrere a loro. La varietà inoltre è davvero incredibile: pasta, riso e anche i secondi. Bisogna però ricordare che i pasti che troviamo nel banco frigo sono spesso ricchi di conservanti, molto calorici e con uno scarso apporto di sostanze nutrienti.

Il consumo di pasti pronti ha un solo vantaggio, quello di farci passare la fame, ma raramente contribuiscono positivamente al complesso sistema metabolico del nostro organismo. Per rendercene conto basta dare uno sguardo ai valori nutrizionali riportati sulle confezioni.

Di cosa abbiamo bisogno?

In realtà, quando i ritmi sono serrati, si ha bisogno di un pasto sano e ricco di vitamine e proteine, capace di fornirci tutto ciò di cui abbiamo bisogno per essere in forze e mantenere sempre attivo il nostro cervello.
La soluzione migliore sarebbe quindi prepararsi i pasti in casa, in modo tale da poter avere la combinazione perfetta tra energia, vitamine e proteine.

Il nemico numero uno è però sempre quello, il tempo: nessuno ha voglia di sprecare preziosi minuti per mettere su l’acqua per cuocere la pasta, preparare il condimento e poi infine lavare tutto.

Pasti sani in poco tempo: si può!

In realtà basta organizzarsi bene per non rinunciare ad un nutriente pranzo che ci fornisca le energie necessarie a proseguire la giornata. Un’ottima idea sono, ad esempio, le insalate. Queste possono essere preparate con tantissimi tipi di verdura ed essere arricchite con straccetti di carne, della frutta secca o dello yogurt magro.

Un pranzo sano è fondamentale soprattutto per chi pratica sport: l’apporto di vitamine, proteine e sali minerali deve essere adeguato per poter svolgere sia le normali attività quotidiane che l’allenamento senza alcun tipo di problema.

Se però non vogliamo rinunciare ad un pasto caldo, ma non abbiamo troppo tempo da perdere coi tempi di cottura, dobbiamo attrezzarci per ridurli in qualche modo.

Un aiuto in cucina: il microonde

Un elettrodomestico che ci viene incontro, con la sua capacità di scaldare, scongelate e cuocere in pochissimo tempo è il forno a microonde.

Si tratta di uno strumento ormai presente nelle nostre cucine da anni ma sebbene appunto non si tratti proprio di una novità, esso soffre però ancora di qualche sospetto (infondato) sulla sua sicurezza e/o sulla sua possibile influenza negativa sui cibi che andremo a cuocervi.

Non vogliamo dilungarci in questa sede in spiegazioni sulla loro sicurezza, le troverete in altre pagine nelle quali il tema è ampiamente trattato, ma sappiate che è appurato scientificamente che le microonde non possono uscire da questo elettrodomestico e che i cibi non subiscono alcuna alterazione.

Se però un tempo erano dei meri “scaldavivande”, usati appunto per scaldare o scongelare i cibi pronti o congelati per conservarli, oggi possiamo, grazie alle più recenti innovazioni, avvalerci dei forni a microonde per le preparazioni più insospettabili e cotture a regola d’arte.

Nel campo delle innovazioni nell’ambito dei microonde ha fatto scuola la Whirpool che con i suoi microonde con funzione Crisp ha rivoluzionato il modo di cuocere a microonde. Grazie a questa funzione è possibile ottenere piatti ben dorati e gustosi che non lasciano minimamente sospettare che siano stati preparati appunto con un microonde. I forni dotati di questa funzione permettono di realizzare delle preparazioni croccanti (“crisp” in inglese) permettendoci di combinare le doti di rapidità di cottura del microonde con la fragranza della croccantezza che otterremmo con un forno tradizionale