Suino Nero: perché sceglierlo, perché mangiarlo

Siamo abituati a vederlo sulle nostre tavola sotto forma di bistecche, salsicce e insaccati, il suino è tra le razze di animali più consumati in Italia e nel mondo ma nell’immaginario comune il maiale è rosa, infondo è così che da bambini lo abbiamo sempre visto anche nei cartoni animati.

Tuttavia c’è una razza di suino, quello nero, che è sempre più elogiata per la qualità e la proprietà delle sue carni, sarà davvero un’ottima alternativa al maiale rosa?

Suino nero: curiosità e impieghi

 

A differenza di quanto si crede, i suini neri (scopri di piu su Wikipedia) si trovano in Italia da molto più tempo delle razze rosate, i maiali autoctoni infatti erano di colore scuro, tra il grigio e il nero.

E’ solo negli anni ’90 che questo animale è stato riscoperto e apprezzato, se pur ancora relegato a pochi allevamenti di montagna.

Quello che rende il suino nero una prima scelta in fatto di gastronomia è la qualità stessa della carne, ricca di Omega 3, al pari dei prodotti ittici.

Gli Omega3 sono acidi grassi essenziali per la salute e per il benessere del corpo. Non sono prodotti in autonomia dal corpo umano e quindi è necessario assumerli attraverso una corretta alimentazione, scegliendo dunque cibi che ne contengano in abbondanza.

I loro benefici sono tantissimi, gli Omega 3 infatti contribuiscono al mantenimento della funzione cardiaca e celebrale, mantengono normali i livelli di trigliceridi e apportano benessere alla vista e alla pressione sanguigna.

Ma com’è possibile che il Suino Nero abbia questo importante apporto di Omega3?

La differenza sta proprio nell’allevamento di questi esemplari.

I suini neri italiani sono infatti allevati all’aperto: vivono in natura allo stato brado e si nutrono di ghiande e radici. L’alimentazione rustica di questi animali garantisce delle carni di ottima qualità sia dal punto di vista culinario che salutare.
La carne del maiale nero presenta sottili venature di grasso che la ammorbidiscono, inoltre gli animali, vivendo in libertà, non soffrono di ritenzione idrica. Questo aspetto le rende particolarmente adatta alla cottura rendendo minimo il rischio di dispersione dei liquidi.

 

La carne del suino nero è molto apprezzata anche per i salumi che si ricavano grazie al grasso intramuscolare: salami, salsicce, prosciutti e altri insaccati sono sicuramente tra i prodotti più valorizzati della categoria.

Suino nero: le razze

Le razze autoctone riconosciute in Italia sono diverse: il Nero di Nebrodi o Nero Siciliano, il Nero Casertano e la Mora Romagnola. Si tratta di suini rustici che vengono allevati all’aperto.

Tra le diverse razze una in particolare ha rischiato l’estinzione, si tratta del Nero di Parma che alla fine del secolo scorso andava via via a scomparire, salvata poi dagli accoppiamenti delle specie rimaste.

Il Suino nero ad iMeat Modena 2019

Il Suino nero sarà protagonista della prossima edizione di iMeat, la fiera Modenese dedicata alla gastronomia e macelleria, unica nel suo genere.

Propio in questa occasione l’azienda campana NaturaCarni S.R.L presso il suo stand, presenterà il suino Naturacarni ilNero.

L’azienda è da sempre sostenitrice del suino nero, considerandolo come un’autentica rivoluzione: il grasso del maiale nero infatti contiene una quantità tale di Omega3 da essere paragonato ai prodotti ittici. Non è un caso infatti che l’azienda abbia coniato lo slogan: carne buona come il maiale, sana come il pesce.

Il suino NaturaCarni ilNero è certificato dall’Ente AGROQUALITA’ e riconosciuto da ACCREDIA.

Durante la manifestazione iMeat, che si terrà a Modena il 24, 25 e 26 Marzo 2019, l’azienda fornirà tutte le informazioni necessarie riguardo i preziosi prodotti ricavati dal suino nero, tra questi il Nobile ilNero e il Prosciutto stagionato ilNero che potranno essere degustati e approfonditi proprio durante quei giorni.