Come eliminare la forfora

La forfora è una condizione comune che colpisce il cuoio capelluto, fa diventare pruriginosa la pelle seguita dalla perdita di scaglie di pelle morta. La gravità della forfora dipende molto da persona a persona e da caso a caso, alcuni possono essere facili da trattare mentre altri casi richiedono un approccio terapeutico. Una delle cause più comuni della forfora è la dermatite seborroica e può dipendere anche da pelle secca, sensibilità a determinati prodotti come vari shampoo, che rendono il cuoio capelluto più sensibile alla forfora.

Rimedi per eliminare la forfora

Primo tra tutti è consigliato usare l’olio di albero del tè, in quanto anche storicamente è stato usato per trattare disturbi che vanno dall’acne alla psoriasi. Possiede proprietà anti-microbiche e anti-infiammatorie e può essere efficace nel combattere, se presente, lo specifico ceppo di funghi che può causare la dermatite seborroica.

Molto noto ed efficace è l’olio di cocco, usato anche come rimedio naturale per combattere la forfora. Esso infatti può aiutare ad idratare la pelle e prevenire la secchezza. L’olio di cocco è un trattamento anti- forfora testato, e ha anche un buon profumo. Si consiglia di massaggiare, prima dello shampo, il cuoio capelluto con 3-5 cucchiai di olio di cocco e lasciare riposare per circa un’ora e dopo di ciò si può procedere al lavaggio. Inoltre si può anche cercare uno shampoo che contenga già olio di cocco.

Dalle mille funzionalità troviamo l’aloe vera, un tipo di pianta grassa che viene frequentemente aggiunta a unguenti, cosmetici e lozioni per la pelle. Infatti quando viene applicata sulla pelle, si ritiene che l’aloe vera aiuti a trattare ustioni, dermatiti, psoriasi e herpes labiale. Per di più le proprietà anti-batteriche e antimicotiche potrebbero aiutare anche nel trattamento della forfora. Si consiglia di massaggiare la testa con aloe vera prima dello shampoo.

Un fattore che potrebbe provocare la forfora è lo stress, che ha un impatto notevole sulla salute e sul benessere. Lo stress in sé non provoca forfora ma aumenta la secchezza del cuoio capelluto ed il prurito. Inoltre un sistema immunitario indebolito può ridurre la capacità del corpo di combattere alcune delle infezioni funginee e delle condizioni della pelle che contribuiscono alla forfora.

L’aglio, grazie alle sue proprietà antimicrobiche, è perfetto per eliminare i batteri che causano la forfora. Si consiglia di schiacciare l’aglio e strofinarlo sul cuoio capelluto e per evitare questo potente odore, è possibile mescolare l’aglio schiacciato con il miele.

Anche l’olio di oliva si può utilizzare per combattere la forfora. Si consiglia di massaggiare la testa con circa 10 gocce, mettere una cuffia da doccia, di tenerlo per tutta la notte e di fare lo shampoo come normale routine.

E’ possibile utilizzare due cucchiai di succo di limone da applicare nel cuoio capelluto e risciacquare con acqua. Esso, grazie alla sua acidità, aiuta a bilanciare il pH del cuoio capelluto.

Per lo stesso metodo è possibile utilizzare l’aceto di mele che, grazie alla sua acidità, cambia il pH del cuoio capelluto rendendo più difficile la crescita dei lieviti.