9 motivi per cui il caffè fa bene e 7 per cui fa male

In Italia come in molti paesi il caffè mattutino è un vero è proprio rito. È la carica giornaliera per destreggiarti tra lavoro e impegni e non sopperire allo stress.

Vuoi una piccola curiosità??? Se pensi che il Bel Paese abbia il primato come maggior consumatore ti sbagli di grosso!!!
Il podio lo detengono i Paesi Scandinavi. Secondo i loro studi il caffè non fa bene alla salute. Invece da voci più esperte risulta che l’aumento del colesterolo di cui parlano, sia dettato dal loro metodo di estrazione che è totalmente diverso dal nostro.

Molti articoli pubblicati negli anni ci hanno messo di fronte ad una domanda.

Il caffè fa bene o male?

La risposta è molto semplice, nelle giuste quantità e in base alla modalità di estrazione può apportare benefici al corpo.

Se consumi frequentemente il caffè espresso o del bar: la quantità ottimale è di 5 tazzine di espresso (ognuna contiene 60 mg di caffeina).

Se invece ami gustare il caffè della moka comodamente a casa tua , la quantità consigliata è di 3 tazzine abbondanti (ognuna contiene 85 mg di caffeina).

Quantità giornaliera di caffè consigliata
Quantità giornaliera di caffè consigliata

Ma vediamo nello specifico gli effetti del caffè sull’organismo e cerchiamo di capire se il caffè fa bene alla salute o se fa male:

Che benefici posso trarre dall’assunzione giornaliera di caffè?

1) Miglioramento della memoria

La caffeina è un potenziatore della memoria sia nel breve che nel lungo periodo. Facciamo un piccolo esempio, uno studente universitario in periodo di esami, potrà sfruttare gli effetti benefici del caffè per memorizzare e immagazzinare più informazioni possibili. Sei una persona che dimentica le chiavi della macchina o ringrazi il cielo perché la tua testa sia attaccata al resto del corpo? Forse hai bisogno di una buona dose di caffè di qualità!

2) Miglioramento dell’umore

La caffeina è uno stimolante celebrale che ci rende sprizzanti e più resistenti alle fatiche giornaliere. Come sarebbe la vita senza un caffè di qualità?

Forse non avrebbe senso!!!

3) Il caffè aiuta a migliorare le prestazioni atletiche e psicomotorie

Ma attento alle giuste tempistiche, se sei un agonista ricorda di assumere il tuo buon caffè almeno tre ore prima della competizione sennò rischi di non superare i test anti-doping.

4) È uno stimolante della secrezione gastrica

Oltre ad essere assunto al mattino ha un’eccellente funzione digestiva dopo un pasto. Tutti sono convinti che il miglior caffè è il 100% Arabica, ma siamo sicuri che faccia al caso nostro? Se l’Arabica è delicata, meno amara e con una quantità di caffeina intermedia, la Robusta ha una dose extra in più. È il miglior digestivo che puoi assumere !!! Grazie alla prsenza di elementi bioattivi molteplici sono anche gli effetti del caffè sull’intestino.
Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di leggere anche questo interessante articolo sulle differenze fra le qualità di caffè Arabica a Robusta.

5) Il caffè fa dimagrire ed un effetto anoressizzante e lipotico

Riduce l’appetito e permette di bruciare più velocemente le calorie assunte nel giorno. Ovviamente il caffè non deve essere un metodo per dimagrire o combattere l’obesità. Affidati ad un dietologo esperto e non al fai da te, che ti consigli una dieta personalizzata in base alle tue caratteristiche ed ai tuoi ritmi di vita. In base alla dieta prescritta, ricordati solo di questi piccoli accorgimenti:

  • una tazzina di caffè amaro contiene circa 2 calorie;
  • una tazzina di caffè amaro macchiato con latte ne contiene 10
  • un caffè con un cucchiaino di zucchero apporta circa 20 calorie;

Ti aiuterà anche uno stile di vita sano ed equilibrato, praticare sport, eliminare o ridurre l’assunzione di alcolici e fumo.

6) Miglioramento delle allergie e dell’asma

La caffeina nelle dosi ottimali rallenta la frequenza cardiaca e dilata i bronchi e le coronarie.

7) Riduce del 25% i rischi dell’insorgere del diabete di tipo 2

Nel caffè oltre alla caffeina sono presenti altre sostanze antinfiammatorie, antimutagene e antiossidanti che proteggono i tessuti e le cellule del corpo, dalle proteine tossiche.

8) Migliora l’idratazione pelle

Il caffè così come il the migliora l’idratazione della pelle e ha un effetto diuretico sul corpo. Inutile ripeterlo tutto va consumato nelle giuste dosi senza eccedere.

9) È un viagra naturale

Attraverso un processo chimico stimola il tessuto erettile e riduce ad un terzo il rischio di disfunzioni. Donne, largo alle ciance, fate bere il caffè ai vostri uomini e il risultato sarà un successo!!! Forse paragonarlo al viagra è eccessivo, ma sicuramente può portare benefici anche in quel campo specifico.

Effetti negativi del caffè e controindicazioni

Il caffè non ha solo benefici e gli effetti negativi non vanno trascurtati. Il caffè è un’ottima bevanda, ma ha pregi e difetti e non bisogna mai superare il limite prestabilito. La dose consigliata di caffeina al giorno è di 300 mg. Poi varia di persona in persona in base alla costituzione e al livello di tollerabilità della caffeina.

Il consumo eccessivo di caffè ci espone a diversi tipi di rischi. Analizziamo alcuni dei principali effetti negativi del caffè:

1) Il caffè aumenta la produzione di succhi gastrici nello stomaco

Se hai problemi di ulcera, reflusso gastroesofageo o gastriti. Ti consigliamo di limitare i caffè giornalieri e di scegliere sempre un caffè con un’alta percentuale di “Robusta” che ha una basso grado di acidità.

2) L’effetto lipolitico viene annullato dallo zucchero e dal latte

I benefici della proprietà lipolitica del caffè creato dall’assunzione delle giuste quantità, superata la soglia, perde totalmente d’effetto e tale effetto viene meno anche associandolo con altri alimenti come il latte e lo zucchero.

3) L’effetto tonico e stimolatorio squilibrato o esagerato può risultare dannoso per chi soffre di insonnia

Vampate di calore e ipertensione. Eccedere nei quantitavi può provocare sbalzi di pressione, tremori e tachicardia.

Se proprio non riesci a farne a meno dopo cena, concediti un caffè d’orzo che rilassa e concilia il sonno.

4) Problemi legati all’assunzione di caffè durante l’allattamento

Nervosismo, difficoltà ad addormentarsi ed una cattiva qualità del sonno. Nel periodo di allattamento non eccedere nel consumo di caffè, per evitare situazioni di irritabilità e difficoltà nel sonno per il neonato.

5) Può favorire l’insorgere di anemia e osteoporosi

L’effetto inibitorio sull’assorbimento di calcio e ferro può precludere l’insorgere dell’anemia e dell’osteoporosi.

Molta attenzione per le donne in menopausa, siete le più soggette!!!

6) Rischio per un feto di non avere il corretto sviluppo intrauterino

I medici suggeriscono di limitare il consumo di caffè in gravidanza, in quanto con forti dosi di caffeina il neonato può nascere sottopeso. Tuttavia, gli studi clinici, non hanno prodotto dati a sostegno di questa ipotesi.

7) Aumento del rischio di aborto spontaneo

Donne resistete per 9 mesi per voi le tazzine consigliate sono solo due, e se proprio non resistete sostituitelo col caffè decaffeinato o alternative senza caffeina.

Conclusione

I pericoli che ti abbiamo evidenziato e le controindicazioni possono aggravarsi se accoppiati ad altre droghe, alcool e farmaci.

Ricorda la caffeina non la trovi solo nel caffè è presente anche nel té e tisane, nella Coca Cola, cioccolato e nel cacao.

Quindi se in una giornata, ti trovi a gustare uno sei seguenti alimenti o bevande, rimani nel giusto equilibrio e rispetta i limiti consigliati.

E nel dubbio cerca consiglio presso il tuo Medico!!!